La maggior parte delle persone, quando è coinvolta in un incidente stradale, entra nel panico e si dimentica che da quel preciso momento inizierà l’iter per il risarcimento dei danni, subiti dalle persone o dalle cose coinvolte nel sinistro.

Il panico spesso è dovuto a fattori che nulla centrano con l’incidente e, altrettanto frequentemente, il maggior disagio è dato dallo stesso timore di sbagliare la compilazione del così detto modulo di costatazione amichevole. Non è certo questo il luogo in cui spiegare come si compila il vecchio modello blu ma, per quanto di interesse, mi preme segnalare una recente modifica normativa che incide in maniera significativa sull’argomento.

La legge n. 124 del 04.08.2017, infatti, ha previsto come in caso di incidente con soli danni a cose (ergo non per gli incidenti nei quali qualcuno si è fatto male) i testimoni devono:

  1. essere identificati nella denuncia di sinistro (ergo nel modulo di costatazione amichevole);
  2. ovvero essere identificati nel primo [...]

Pago e “salvo” la patente!

Eccesso di velocità rilevato con autovelox o tutor

Correva l’anno 2003 quando il legislatore, accortosi di una falla nel sistema della “patente a punti”, decideva di modificare l’art. 126bis del Codice della Strada prevedendo la decurtazione dei punti della patente al proprietario del veicolo a prescindere da chi fosse concretamente alla guida.

In pratica se si riceveva una multa per eccesso di velocità, rilevato da un autovelox a postazione così detta fissa (senza la presenza degli agenti), o si comunicava entro 30 giorni i dati di chi era alla guida oppure, a prescindere da chi avesse commesso la violazione, i punti della patente venivano “levati” al proprietario del mezzo (moto, auto, ecc). Ma non finisce qui. Se, infatti, il proprietario non comunicava i dati del conducente (anche i suoi se era lui alla guida) era stata prevista un’ulteriore sanzione da € 343,35 a € 1.376,55.

La [...]

Limiti di velocità e sanzioni

Ecco cosa dobbiamo ricordare

Quando passano diversi anni dall’esame teorico per l’abilitazione alla guida iniziamo a dimenticarci la maggior parte delle nozioni che avevamo studiato. Così accade che non ci si ricordi più quali siano le sanzioni previste dal codice per chi supera i limiti di velocità. Rivediamole assieme (tenendo presente che per i neopatentati, come per i conducenti di alcuni veicoli -es. corriere, TIR, ecc.- le “multe” sono più severe) .

SANZIONI PER ECCESSO DI VELOCITA’ (artt. 142 e 126bis del CdS)

-> da 10,1 o 40 Km/h oltre il limite di velocità

SANZIONE PECUNIARIA da 169 € a 680 €

SANZIONE ACCESSORIA  – 3 punti patente

SANZIONE PER NUOVA VIOLAZIONE NEI 2 ANNI nessuna

 

-> da 40,1 a 60 Km/h oltre il limite di velocità

SANZIONE PECUNIARIA da 532 € a 2.127 €

SANZIONE ACCESSORIA  – 6 punti patente e sospensione della patente da 1 a diciotto 3 mesi

SANZIONE PER NUOVA VIOLAZIONE NEI 2 ANNI [...]

Sicurezza Stradale ad Ovaro

Guida Sicura Prime Curve

Anche quest’anno si ripete l’iniziativa fortemente voluta dall’istruttore di Guida Sicura Elio De Caneva, organizzata dall’Associazione Turistica “Pro Ovaro” con il sostegno dell’amministrazione del Comune di Ovaro e degli Istruttori della “Guida Sicura Prime Curve”. L’iniziativa, dedicata ai giovani e ai neopatentati, prevede due eventi: -la lezione teorica, tenuta presso il centro socio-culturale di Ovaro, nella serata odierna; -la lezione pratica che si terrà domani mattina presso la pista di guida sicura di Tolmezzo.

I lavori sono stati aperti dal sindaco di Ovaro, Mara Beorchia, che ha lodato l’iniziativa, fortemente voluta da De Caneva, evidenziando come, lo scorso anno, al corso aveva partecipato anche il proprio figlio, che è stato molto soddisfatto dell’iniziativa. In seconda battuta ha preso la parola De Caneva ringraziando sia l’amministrazione sia gli istruttori che hanno dato la loro disponibilità [...]

Sensori per il controllo della pressione penumatici

studio dell'organizzazione europea Transport&Enviroment

L’organizzazione europea Transport&Enviroment ha, di recente, condotto alcuni test su due auto per verificare l’efficienza dei TPMS (Tyre Pressure Monitoring System). A quanto pare, secondo i dati rilevati nei test (s.v. il sito Transport&Enviroment ), i metodi per rilevare la pressione degli pneumatici, utilizzati da alcune case costruttrici, non sarebbero pienamente efficaci. Non mettendo in dubbio né i test dell’organizzazione né il parere della case costruttrici a mio avviso è sempre meglio fidarsi principalmente di noi stessi e, a prescindere da tutti i sensori di cui sono dotate le nostre auto, quando si avverte un comportamento anomalo del nostro veicolo è sempre meglio verificare personalmente e, se del caso, portare immediatamente il mezzo dal proprio meccanico (o/e gommista) di fiducia.

Il 19 ottobre ha preso il via il progetto “Guida sicura a scuola guida”, un’iniziativa targata Carnia Racing e dedicata alle autoscuole dell’alto Friuli.

Il progetto, a titolo gratuito, si propone di migliorare la sicurezza stradale tramite la cooperazione tra scuole guida e scuola di guida sicura, inserendo, all’interno delle canoniche lezioni teoriche finalizzate all’esame, una lezione dedicata alla sicurezza stradale.

Per quanto concerne i contenuti e l’esposizione dedicata ad ogni singolo argomento si evidenzia come, nell’ottica offrire un’informazione compiuta ma allo stesso tempo di integrare la presentazione all’interno del corso teorico diretto alla preparazione all’esame, gli istruttori della Carnia Accademy hanno cercato, per quanto concerne la maggior parte degli argomenti, di trattarli in maniera da offrire ai candidati uno strumento diretto a rispondere ai quiz previsti dal Ministero.

Il progetto pilota è stato inaugurato presso l’Autoscuola Alto Friuli, di Candoni Giovanni C. s.n.c., presso la sede di Tolmezzo (UD) dove dalle 18.00 alle 19.00 [...]

wp_20161015_08_49_37_pro

Un corso di guida sicura CR in cui abbiamo testato le nuove diapositive della sezione “normativa e sicurezza”, create per approfondire anche la posizione dei neopatentati!

Il D.Lgs. n. 8 del 15/01/2016 (“Disposizioni in materia di depenalizzazione…”) ha trasformato diversi reati in, “meri”, illeciti amministrativi. All’atto della sua adozione il nostro Governo ci ha fatto credere che il decreto era diretto a depenalizzare (ergo, nella mente comune, a rendere meno afflittive le sanzioni previste) per certe azioni che, a parere del legislatore, non meritano di essere sanzionate ai sensi della legge penale (che in teoria è l’ultima delle sanzioni previste, l’estrema ratio di chi governa).

Ma è veramente cosi?

Prendiamo a titolo di esempio l’ex reato di guida senza patente, previsto dall’art. 116 del Codice della Strada.

Situazione pratica ante (prima del) decreto:

Il comma 15 dell’articolo 116 del CdS (in sintesi) prevede come: “15. Chiunque conduce veicoli senza aver conseguito la corrispondente patente di guida è punito con l’ammenda da 2.257 euro a 9.032 euro…”

Ergo se si veniva “condannati” per questo reato l’ammenda (“sanzione” pecuniaria penale) poteva essere, al [...]

Per chi si occupa di sicurezza stradale da più di un decennio l’argomento c.d. “telefonino al volante” non è nuovo ma se anni fa si parlava di telefonate e, al massimo, di SMS alla guida (che erano la causa di un numero di incidenti stradali, tutto sommato, abbastanza limitato) al giorno d’oggi il problema è diventato molto più rilevante.

Tre incidenti su quattro, infatti, sono dovuti a distrazione e nel 75% dei casi è proprio lo smartphone a “distrarre” il conducente. Per tentare di ridurre questa pratica scorretta, informando gli utenti su quelli che possono essere gli effetti di tali distrazioni, l’ACI ha lanciato le campagne #GUARDALASTRADA e #MOLLASTOTELEFONO.

Visita il sito dell’ACI (www.aci.it) e tieniti informato.

Corso-2016_07_30

Una buona occasione per insegnare agli allievi del corso, organizzato dalla Carnia Racing di Tolmezzo, quali sono i rischi che derivano dall’assunzione di sostanze alcoliche o stupefacenti prima di mettersi al volante (oltre che, visti i nuovi reati stradali, i rischi che derivano dal mancato rispetto di alcune norme del C.d.S. in caso di sinistro stradale).

Back to top